Ritrovamento del tesoro di Robinson Crousoe

Il tesoro di RobisonCrusoe esiste veramente non era solo nell’immaginario dell’autore Daniel Defoe come racconta nel sue celebre romanzo. Il tesoro dei pirati non è stato trovato sul relitto di una nave spagnola in fondo al mare come descritto nel romanzo ma sulla terra dove nessuno aveva mai osato addentrarsi.

Storia del tesoro di Crusoe

Il tesoro è stato ritrovato sull’isola di Mas a Tierranin Cile ma da tutti conosciuta come “l’isola di Robinson” perché scelta da Defoe per far approdare il suo personaggio. L’isola idealizzata da migliaia di ragazzi leggendo il romanzo nella quale tutti ci siamo avventurati leggendo il romanzo racchiudesse il tesoro. Per ironia della sorte il fato vuole che il tesoro sia stato ritrovato da un robot, l’avanguardia che scopre piccoli tesori del passato.
Ritrovamento del tesoro di Robinson Crousoe

Il ritrovamento del tesoro di Robison

La scoperta del tesoro è avvenuta grazie ad un robot inviato dalla Wagner Tecnologiasche nel 2003 ha dichiarato alle autorità del Cile di aver individuato a nord dell’isola un tesoro composto da diamanti, oro e gioielli. Nel 2005 il tesoro è stato ritrovato, l’ingegnere che aveva costruito il robot per ritrovare le armi naziste nascoste sull’isola ha guidato la spedizione sull’isole e ha ritrovato il tesoro probabilmente di origine Inca che fu depredato dagli spagnoli e nascosto sull’isola di Robinson

Il destino del tesoro

Il tesoro ha porta alla luce uno splendido gioiello “la rosa d’oro” depredata dagli spagnoli agli inca e spostata del ‘700 sull’isola di Robinson. Il governo cileno ha predisposto che la zona di Cerro Tres Puntas, nella quale è stato ritrovato il tesoro di Robinson, verrà sottoposta ad attenti scavi per riportare alla tutte le ricchezze rimaste nascoste per secoli, ma ha precisato che gli scavi verranno effettuati in rispetto dell’isola e dei suo abitanti. Nel frattempo sull’isola è scattata la caccia al tesoro poiché si pensa che questo non sia l’unico tesoro nascosto sull’isola e questa “febbre dell’oro” sta attirando numerosi turisti da ogni parte del mondo.